SIENA NOTIZIE NEWS

IL DECORO DEL CENTRO STORICO NELL'INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO COMUNALE

News inserita il 14-05-2019

Le iniziative per garantire il decoro urbano nel centro storico di Siena sono state oggetto dell’interrogazione illustrata oggi in consiglio comunale da Vanni Griccioli, Massimo Mazzini e Pierluigi Piccini. L’atto, presentato da Mazzini, ha segnalato una serie di problematiche collegate principalmente alle deiezioni da parte di cani i cui i padroni non provvedono alla raccolta e quindi non ottemperano agli obblighi di pulizia a cui sono tenuti. Un comportamento che deturpa il decoro della città e colpisce anche i gestori di negozi costretti a lavare in continuazione con acqua, bene prezioso e risorsa da centellinare, i muri esterni delle loro attività, o a cospargere le soglie con prodotti a base di zolfo. Da qui la richiesta alla Giunta di conoscere quali siano le iniziative che intende portare avanti per garantire il decoro urbano.

Nella risposta l’assessore al Decoro Urbano ha evidenziato come una città pulita e ordinata sia una priorità, sia come biglietto da visita per i turisti sia per migliorare la vivibilità ai residenti. Sul punto specifico della problematica collegata al comportamento scorretto dei proprietari dei cani, l’assessore ha sottolineato che a Siena è stata pubblicata un’ordinanza che prevede anche di ripulire con l’acqua la zona interessata dai bisogni dell’animale. Un gesto che l’assessore ha definito di rispetto da parte dei proprietari di cani nei confronti delle altre persone che passeggiano e delle attività commerciali, e che mira anche a evitare rivalse nei confronti degli animali. L’assessore ha poi ricordato che in queste settimane l’amministrazione ha diffuso 10 mila volantini con le buone regole per garantire il decoro: il flyer è stato esaurito e nella ristampa che arriverà a breve in distribuzione nei parcheggi, nelle attività ricettive e commerciali sarà indicata anche l’ordinanza relativi ai cani. Oltre alle azioni di informazione, l’assessorato ha sensibilizzato la Polizia Municipale per fare in modo che i comportamenti scorretti vengano sanzionati.

Mazzini nella replica ha affermato che molte amministrazioni, soprattutto nel nord del Paese, si stanno muovendo in questa direzione per la difesa del decoro nei confronti di chi non rispetta le regole collegate alle deiezioni canine. Il consigliere ha però fatto notare che non per tutti i cittadini è semplice viaggiare con quantità d’acqua necessarie a pulire i bisogni degli animali. Per questa ragione ha invitato l’amministrazione a valutare la possibilità di realizzare strutture lungo le strade dove attingere l’acqua piovana da destinare alla pulizia delle deiezioni canine.

 

Galleria Fotografica

Web tv