SIENA NOTIZIE NEWS

IL CENTRO “ANTONIO CONTI” NELL’INTERROGAZIONE DI VALENTINI E PERICCIOLI

News inserita il 14-01-2020

Presentata, oggi, da Bruno Valentini e Giulia Periccioli (PD) un’interrogazione consiliare sui locali del Centro socio-culturale per la terza età “Antonio Conti”.

Durante l’esposizione Periccioli, dopo aver ripercorso la nascita del Centro, costituito nel 1991, e le varie vicissitudini che hanno interessato la sede, ha ricordato che <<nel 2018, a seguito di un sopraluogo  erano stati individuati idonei spazi da ristrutturare con un investimento inserito nel Piano delle Opere Pubbliche, adesso inopinatamente posticipato al 2021>>. Ed ha chiesto <<se l’amministrazione ha intenzione, o meno, di adeguare dignitosamente i locali del Centro che, con oltre 200 soci, si vede costretto a girovagare per portare avanti le attività statutarie, fondamentali per togliere gli anziani dalla solitudine e mantenerli nell’autosufficienza, con notevole risparmio per le casse del Comune>>.

<<E’ singolare – ha risposto l’assessore ai LL. PP. Sara Pugliese - che si sottolinei come “purtroppo a seguito della ristrutturazione del collegio San Marco questa parte dell'immobile è rimasta a grezzo”, perché dal 2013 al 2018 poteva, certamente, essere stata presa in considerazione non tanto la realizzazione dei lavori, essendo ben note le difficoltà economiche dell'Ente,  ma almeno la programmazione degli interventi e la individuazione delle priorità a seguito di una compiuta analisi degli spazi rimasti da completare o addirittura completamente da progettare. A seguito della segnalazione scritta dei responsabili del Centro Antonio Conti nel luglio 2017 venne fissato nei giorni del Palio del 16 agosto 2017 un sopralluogo alla presenza dei rappresentanti del centro, dei rappresentanti della Diana e dei rappresentanti della amministrazione, oltre alla parte tecnica, in cui si provvide alla presa di coscienza dello stato dei luoghi ed alla possibile destinazione degli spazi. A seguito di questo venne elaborata, dalla parte tecnica, una quantificazione sommaria degli importi necessari ai lavori e fatta presente sempre, dalla parte tecnica, la necessità di poter contare su apposite risorse da destinare in prima ipotesi alla progettazione degli interventi stante il carico di lavoro esistente sul personale interno. L’intervento fu poi inserito nello strumento di programmazione (2018/2020) per una cifra stimata di 300mila euro, compresi oneri e spese tecniche.
Nel maggio 2018 il Servizio Manutenzione Immobili, nell'ottica di dare seguito all'intervento, chiese conferma circa la disponibilità delle risorse economiche destinate, ma  senza mai avere risposta, quindi non è stato dato nessun seguito nell'immediato né alla fase di progettazione né,  tanto meno, alla fase di realizzazione.
Nella seconda metà del 2018 vennero ripresi contatti con i rappresentanti del Centro Antonio Conti con l'impegno di portare avanti lo studio per una soluzione e di non abbandonare la previsione presente nel Piano Triennale Opere Pubbliche.
Nell'anno 2019 sono stati eseguiti, sempre con il supporto e il confronto con i rappresentanti del Centro Antonio Conti, almeno due distinti sopraluoghi atti a verificare e approfondire la fattibilità degli interventi, anche nell'ottica del complessivo completamento dei lavori nell'ex collegio San Marco. In occasione dell'ultimo, effettuato in questo mese di gennaio, e sempre di concerto con i rappresentanti del Centro, sono state esaminate di nuovo due diverse soluzioni, in modo da tenere presente la necessità di garantire la operatività delle strutture esistenti all'interno del complesso, garantire la migliore coabitazione con la parte abitativa dell'immobile, e il migliore utilizzo degli spazi rimasti da destinare>>.
<<Terminata la fase di analisi delle soluzioni – ha concluso l’assessore - e sempre di concerto con gli utilizzatori finali, saranno elaborati i progetti per l'adeguamento e il completamento degli spazi individuati in considerazione delle disposizioni normative e legislative, non ultime quelle in materia di prevenzione incendi vista la delicatezza di alcune funzioni già presenti all'interno dell'ex collegio San Marco>>.
Giulia Periccioli, nel dichiararsi <<parzialmente soddisfatta>>, ha evidenziato che, nonostante l’interessamento dell’assessore <<la situazione lamentata nell’interrogazione non è stata risolta e neppure si sa come il Comune intenda intervenire>>.

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv