SIENA NOTIZIE NEWS

GIORNATA AFFIDAMENTO FAMILIARE, GLI EVENTI A COLLE VAL D’ELSA E POGGIBONSI

News inserita il 06-05-2022

Passeggiare leggendo storie vere di affido. E’ quanto in programma per sabato 7 maggio mattina a Colle di Val d’Elsa e il pomeriggio a Poggibonsi in occasione della Giornata Nazionale dell’Affidamento Familiare. Un’iniziativa organizzata dalla Fondazione territori sociali Alta Valdelsa con il patrocinio dell’Amministrazione comunale. 

Il calendario si aprirà alle ore 9.30 presso la Porta Nuova a  Colle di Val d’Elsa con i saluti delle autorità, la presentazione dell’associazione StareFra e del Centro Affidi. Seguiranno passeggiata, testimonianze,  lettura di brani sull’affidamento familiare e laboratori dedicati ai bambini per le vie della città, in collaborazione con l’Oratorio salesiano della Parrocchia di Sant’Agostino. 

Il pomeriggio sarà invece la volta di Poggibonsi che a partire dalle ore 17.30 presso Porta San Francesco lungo il camminamento della Fortezza ospiterà i saluti delle istituzioni e di tutti i partner dell’evento, per passare poi il testimone alla lettura delle storie, in collaborazione con l’Associazione La Scintilla.

L’affidamento familiare è una forma di intervento che consiste nell’aiutare una famiglia ad attraversare un periodo difficile prendendosi cura dei suoi figli attraverso un insieme di accordi collaborativi tra famiglie affidatarie e i diversi soggetti che nel territorio si occupano della cura e della protezione dei bambini e del sostegno della famiglia.

“Domani – sottolinea Francesca Nencioni, Direttore dei Servizi Territoriali della FTSA – avremo la possibilità di rilanciare e rinnovare l’invito alle famiglie all’accoglienza e alla solidarietà, anche sostenendo la proposta del Tavolo nazionale delle associazioni e delle reti di famiglie affidatarie di istituire una giornata dedicata all’affido familiare. Per il nostro territorio questo evento ci consente di fare il punto sull’accoglienza familiare, ma anche di riconoscere il valore che meritano le esperienze portate avanti da tante famiglie nella nostra provincia. Un ringraziamento speciale va a StareFra e a tutte le associazioni che hanno collaborato per la realizzazione di questo evento”.

“È strumento di aiuto che supera la logica del controllo e della sanzione ed implica una reale sussidiarietà in cui i servizi pubblici e del privato sociale e le espressioni formali e informali della società civile si integrano reciprocamente nel rispetto delle rispettive competenze” spiega Enza Errico, assessore alle politiche sociali.

Un servizio che risponde alle esigenze dei minori meglio delle Comunità, salvo casi particolari, è sicuramente meno costoso e fa crescere il senso civico e di solidarietà.

 

Galleria Fotografica

Web tv