SIENA NOTIZIE NEWS

DANTINI IN TOSCANA: IL PROGETTO DEBUTTA CON I BAMBINI DI MONTERONI

News inserita il 14-10-2021

Prima tappa a Monteroni D’Arbia per "Dantini in Toscana" <http://www.consiglio.regione.toscana.it/default?nome=dantini>’ il progetto di formazione e di teatro di strada partecipato che vede come protagonisti 500 bambini (100 per ogni Comune) ‘vestiti da Dante’ per celebrare la figura del Sommo Poeta. Il progetto, promosso dal Consiglio regionale in collaborazione con i Comuni che ospitano l’iniziativa, è ideato e realizzato dall’associazione culturale Venti Lucenti in collaborazione con l’ufficio scolastico toscano, e vede la collaborazione anche del teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

“Per questa prima tappa per ‘Dantini in Toscana’ abbiamo scelto Monteroni d'Arbia per il legame che questa città ha con una delle figure più sfuggenti e affascinanti della Divina Commedia, Pia de’ Tolomei. Lo spirito immortale di Pia, gli innumerevoli e toccanti versi del Sommo Poeta, la Toscana in una delle sue più alte espressioni, sono elementi essenziali di questo percorso studiato e realizzato per i bambini. Oggi (ieri, ndr) è stato come fare un tuffo nel passato della Val d'Arbia, camminando con Dante e le generazioni del futuro”. Queste le parole del vicepresidente Stefano Scaramelli che ha rappresentato l’Assemblea legislativa regionale.

Ad aprire l’evento gli studenti della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale R. Fucini che hanno sfilato per le strade del Comune senese per poi assistere allo spettacolo ‘Dante Lirico Game’ presso il Parco della Gora.

Una bella giornata per il sindaco di Monteroni D’Arbia Gabriele Berni: “Credo che sia stata una scelta importante quella del Consiglio regionale di aver coinvolto le nostre scuole nelle celebrazioni dei 700 anni della scomparsa di un personaggio straordinario come Dante Alighieri. E’ il modo migliore per avvicinare i nostri ragazzi a questa importante figura della storia e della cultura del nostro Paese e credo che sia anche il modo migliore per far si che la cultura sia alla base dello sviluppo del Mondo futuro in cui i nostri ragazzi saranno i protagonisti”.

Manu Lalli è il direttore artistico di Venti Lucenti: “E’ un’iniziativa molto bella e siamo felicissimi, siamo qui a Monteroni d’Arbia, dove è iniziato questo Festival di Dantini in Toscana che terminerà il 4 dicembre a Poppi. Il Consiglio regionale ha individuato una serie di città, e, insieme ai Comuni, sono stati scelti questi luoghi dove stiamo andando a scuola a lavorare con i bambini sulla figura di Dante. Il Sommo Poeta dice una cosa nel Convivio molto bella: che la divulgazione culturale è una forma di giustizia, che serve a rivendicare la giustizia sociale. E questo è stato l’obiettivo a cui abbiamo teso per stare con i bambini, commemorando i 700 anni dalla morte di Dante”.

La finalità di ‘Dantini in Toscana’ è di avvicinare i bambini, le famiglie e le realtà territoriali alla figura di Dante Alighieri nell’anno delle celebrazioni per i 700 anni dalla morte e farlo attraverso la scuola. Il progetto prevede, infatti, lezioni animate sulla figura di Dante nelle scuole primarie coinvolte per permettere ai bambini di scoprire la storia e le opere ma anche l’uomo, il poeta, il politico che fu e che oggi è uno dei principali simboli della cultura italiana nel mondo.
A conclusione di questo percorso formativo i bambini, vestiti da Dante, sono protagonisti di una performance collettiva, un happening che prevede due momenti: una sfilata per le vie cittadine insieme alle famiglie e alle insegnanti e, a seguire, la visione partecipata dello spettacolo ‘Dante Lirico Game’, una coproduzione Venti Lucenti e fondazione del Maggio, che svelerà ai ragazzi chi era Dante, che cosa rappresenta oggi per noi e quanto è importante per la nostra vita attuale incontrare La Commedia e poterla usare per comprendere la nostra realtà.

La metodologia progettuale è quella del teatro inclusivo di Venti Lucenti basata sulla messa in condivisione di temi che i ragazzi possano sentire come propri e la realizzazione di spettacoli corali e partecipativi. I prossimi appuntamenti con ‘Dantini in Toscana’ sono previsti: a Gavorrano sabato 23 ottobre, a Cantagallo venerdì 5 novembre, a Castagneto Carducci venerdì 3 dicembre, a Poppi sabato 4 dicembre.

L’accesso agli spettacoli è riservato ai bambini delle scuole coinvolte.

Il progetto rientra nelle iniziative organizzate dal Consiglio regionale per celebrare i settecento anni dalla morte di Dante<http://www.consiglio.regione.toscana.it/default?nome=700dante&idc=0>.

 

Galleria Fotografica

Web tv