SIENA NOTIZIE NEWS

DAL CONSIGLIO COMUNALE DI OGGI: "IL DIGITAL DIVIDE" DI MASI E PERICCIOLI

News inserita il 31-10-2019

Il miglioramento della connettività in Pian delle Fornaci, Costalpino, Volte Alte e Sant’Andrea è stata al centro di un’interrogazione dei consiglieri Pd, Alessandro Masi e Giulia Periccioli, discussa nella seduta odierna del consiglio comunale.

<<La condizione di vantaggio competitivo della connettività veloce in città, perseguita sin dal 2002 con la costituzione del Consorzio Terrecablate e, poi, con Terrecablate Reti e Servizi, con risultati significativi riconosciuti a livello nazionale, va ulteriormente valorizzata curando il miglioramento anche in quelle zone che ancora registrano criticità nella disponibilità non sempre adeguata al servizio di telefonia mobile e internet>>, ha detto Masi. Per questa ragione il consigliere ha interrogato la Giunta per sapere <<se l’Amministrazione ha in previsione iniziative per stimolare soluzioni che migliorino la connettività e la sua velocità in queste zone>>.

Nel rispondere all’interrogazione Sara Pugliese, ha premesso che <<il Comune non ha dirette competenze sulla connettività privata>>, aggiungendo però che l’amministrazione <<si è comunque attivata per migliorare la connettività nella zona in questione e, più in generale in tutta la città, investendo per portare la cosiddetta banda larga e potenziare al massimo i servizi offerti attraverso la copertura con connettività veloce>>. L’assessore ha dunque illustrato alcune delle azioni messe in campo: gli Access Point per l’accesso gratuito ad internet sono stati portati a 16 in varie zone della città (P.zza del Campo, P.zza Matteotti, P.zza Gramsci, La Lizza, Fortezza Medicea. Piazza Costituzione, P.zza Duomo, Piazzale Rosselli, P.zza del mercato, Taverne d’Arbia, P.zza Amendola, Parco Unità d’Italia, Logge del Papa, Prato di S. Agostino), e  il collegamento è divenuto gratuito per due ore per tutti i cittadini e i turisti. <<Attivato anche il servizio di WiFi all’Ospedale delle Scotte, che interessa inizialmente l’area del Pronto Soccorso per poi estendersi anche ad altre zone, e il progetto Francigena WiFi con l’attivazione di 12 nuovi Access Point utilizzabili dai pellegrini e dagli abitanti delle zone attraversate dal percorso>>. Dopo aver ricordato che <<fin dagli anni ’90 il Comune ha investito in una rete in fibra ottica>>, ha spiegato <<che le reti telematiche esistenti sono state implementate e strutturate secondo una nuova e più efficiente architettura che meglio garantisce la prestazione dei servizi ai cittadini ed il funzionamento delle strutture del Comune. Collegate, infatti, 31 scuole e alcune delle principali partecipate dell’Ente>>. La velocità media della rete è attualmente di circa 100 Mbps. Pugliese ha dunque annunciato che <<a Tim, con cui è in atto una costante collaborazione, è stata inoltrata la richiesta di intervento affinché gli operatori commerciali si adoperino per adeguare le infrastrutture di rete, garantendo la banda larga nelle aree non ancora raggiunte da tale servizio. Al tempo stesso le zone censite dal Ministero dello Sviluppo Economico come aree bianche, rientrano nel perimetro del bando della Regione Toscana per lo sviluppo della banda larga aggiudicato all’operatore Open Fiber>>. Su questo, ha aggiunto l’assessore <<nei prossimi mesi si prevede la convocazione della conferenza dei servizi per l’approvazione definitiva del progetto e la realizzazione della copertura ultra broadband entro il 2020. Per quanto riguarda le aree oggetto dell’interrogazione, la Regione Toscana conferma che sono state dichiarate di interesse da parte di operatori privati e verranno servite con tecnologia wireless o FTTH (fiber to the home) entro il 2021. Per questo motivo la Regione non prevede interventi di tipo pubblico>>.

Il consigliere Masi si è dichiarato <<soddisfatto della risposta che ha fornito un quadro conoscitivo sull’argomento, e su quanto in cantiere per rispondere alle esigenze espresse dai cittadini residenti in quelle zone>>.

 

Galleria Fotografica

Web tv