SIENA NOTIZIE NEWS

COMMOVENTE RICORDO DELLA LIBERAZIONE DI MURLO

News inserita il 01-07-2020

Un caldissimo pomeriggio d'inizio estate, i gonfaloni dell'Associazione Nazionale Partigiani Italiani e del Comune di Murlo, l'assessore alla Cultura Loredana Celi e il vicesindaco Stefano Abelini, insieme a Filippo Lambardi e qualche cittadino, tutti con mascherine e la sensazione di solennità di una piccola manifestazione quasi nei canoni della ''normalità''.
Questa la commovente cerimonia svoltasi presso il Cimitero di Montepescini e poi presso quello di Vescovado di Murlo, per il 76° anniversario della Liberazione di Murlo, con la deposizione di corone ai Partigiani caduti, combattenti murlesi della Brigata Garibaldi Spartaco Lavagnini. I nomi dei giovanissimi partigiani caduti e commemorati: Aldo Giannelli, Bramante Foderi e Ferruccio Mantengoli a Montepescini e Leopoldo Benocci a Vescovado di Murlo.
Sia l'assessore alla Cultura Loredana Celi, sia il consigliere provinciale ANPI Filippo Lambardi hanno sottolineato i fatti drammatici di quel 30 giugno 1944 che portarono alla liberazione del territorio di Murlo, ma anche l'essenzialità dei valori di pace, libertà, democrazia e i doni che ci hanno fatto questi eroi del nostro tempo (insieme a tanti altri che dettero la vita come loro a Montalcino, Vivo d'Orcia, Rigosecco, Campolungo, Ponte a Ema e altrove).
E' stato osservato un minuto di silenzio nei due cimiteri dove sono le lapidi di questi caduti, e poi deposte corone a memoria, in due simbolici momenti che si tengono ogni anni e che, come auspicato, potranno ripetersi nei prossimi anni con maggiore partecipazione dei cittadini, cosa al momento impossibile a causa dell'emergenza sanitaria.

Annalisa Coppolaro

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv