SIENA NOTIZIE NEWS

"CITTÀ MURATE": FINANAZIAMENTI DALLA REGIONE PER 11 COMUNI DEL SENESE

News inserita il 09-08-2021

Sono 36 gli interventi di recupero e promozione di edifici culturali di pregio e grande valore storico finanziati attraverso il bando ‘Città murate’, fortemente voluto dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani fino da quando rivestiva l’incarico di presidente del Consiglio regionale.

“Città murate – spiega il presidente Giani – rappresenta uno dei principali obiettivi del mio mandato amministrativo, cioè tutelare, valorizzare e rendere ancora più bella e apprezzata nel mondo quella che chiamo ‘Toscana diffusa’. La Toscana è fatta da grandi città d’arte ma anche da una quantità impressionante di tesori erroneamente considerati minori, che devono essere recuperati e portati al centro dell’attenzione per diventare a loro volta volano di sviluppo, sia culturale che economico. Grazie al bando ‘Città murate’ assegniamo 6 milioni di euro in tre anni a 36 Comuni toscani che hanno presentato altrettanti progetti qualitativamente eccellenti per il recupero di palazzi storici cinte murarie, opere architettoniche di pregio che senza un intervento mirato rischiano il degrado, o semplicemente una scarsa valorizzazione. L'intento di questo bando è offrire nuovi spazi di bellezza, nuovi spazi da cui ogni cittadino può attingere un'emozione di bellezza per ciò che la Toscana offre grazie alla sua storia e alla sua cultura.
“Voglio sottolineare – prosegue il presidente – che i comuni che hanno presentato progetti ammissibili a finanziamento sono stati in realtà 46, ma purtroppo dieci interventi, pur riguardando opere di notevole valore ed interesse, sono rimasti esclusi dal finanziamento. Sarà mia cura fare tutto il possibile per trovare nuove risorse e con esle rifinanziare il bando, per consentire uno scorrimento ulteriore della graduatoria”.

Il bando ‘Interventi di sostegno per le città murate e le fortificazioni della Toscana’ è stato emesso il 3 marzo 2021.

Ecco l’elenco dei 36 interventi finanziati.

In provincia di Siena:

Chianciano Terme: riqualificazione e valorizzazione dei percorsi storici, culturali e naturalistici lungo la cinta muraria di Chianciano, con recupero dell’accessibilità al pubblico della Torre dell’orologio e il restauro di Porta San Giovanni. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 300.000 euro;

Montepulciano: recupero e valorizzazione del primo stralcio del sistema fortificato di Montepulciano capoluogo (tratto da Porta delle Farine a Santa Maria dei Servi). Finanziamento regionale di 182.800 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 250.000 euro;

Monteriggioni: restauro e consolidamento del complesso monumentale di Badia a Isola. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 575.386 euro. Il Progetto presentato dall’Amministrazione comunale propone la conclusione del restauro delle mura e della torre di sud ovest, la sistemazione del nucleo del centro storico cioè la piazzetta antistante la chiesa e le vie laterali, lo scavo del fossato che racchiude il complesso monumentale in modo da scoprire almeno parzialmente le mura del lato sud, infine completare l’illuminazione, arredare la sala conferenze e potenziare la rete wifi. Abbadia a Isola sta per assumere la connotazione di centro di promozione culturale, dedicato alla sua storia, ma anche a quella di Monteriggioni e del suo distretto culturale, con l’obiettivo di organizzare regolarmente eventi e attività nelle quasi si uniranno istruzione, sapere e divertimento, finalizzate a far vivere la struttura tutto l’anno. In questa ottica, oltre alla nuova illuminazione, sono già stati effettuati dei lavori di restauro e rifunzionalizzazione di alcune sue parti. Stanno, inoltre, per partire nuovi interventi di restauro del tetto, che completeranno il chiostro e gli spazi esterni.
Infine verrà allestito il museo in senso stretto, previsto nelle Sale della Tinaia e Sigerico, che
costituirà dunque il baricentro di un percorso di visita che collegherà gli spazi interni ed esterni del
complesso monumentale. Rappresenterà il motore di una nuova stagione di ricerche, fortemente
vocate alla valorizzazione del patrimonio culturale e delle eccellenze locali. Abbadia a Isola, con questa operazione, è destinata a divenire un polo di eccellenza che si affiancherà al Castello come grande attrattiva per il territorio comunale;

Murlo: progetto per la nuova pavimentazione del Castello di Murlo. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 460.000 euro;

Pienza: riqualificazione dell’orto periurbano sotto la cinta muraria, noto come ‘Orto delle Pie’. Finanziamento regionale di 124.763 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 161.207 euro;

Radicofani: percorso di visita per la riscoperta di Castel Morro, con valorizzazione del sistema di fortificazioni di Radicofani. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 253.000 euro;

- Rapolano Terme: interventi di restauro e recupero dell’accessibilità della torre quattrocentesca del circuito murario del capoluogo. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 250.000 euro;

- San Gimignano: creazione di un itinerario lungo mura e camminamenti. Finanziamento regionale di 120.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 150.000 euro;

- San Quirico d’Orcia: riqualificazione e valorizzazione del percorso esterno alle mura degli Horti Leonini. Finanziamento regionale di 130.800 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 163.500 euro. Il progetto ha l’obiettivo di ripristinare il camminamento che collega una delle Porte di San Quirico d’Orcia, Porta Nuova, all’ingresso alto degli Horti Leonini, rendendo inoltre maggiormente fruibile il parco stesso. La valorizzazione del camminamento esterno alle mura consentirà di proporre un percorso multisensoriale guidato: una volta effettuato il ripristino, infatti, saranno inseriti QrCode e tecnologia beacon bluetooth che introdurranno in forma semplificata, immediata e digitale una visita attraverso i suoni, i racconti, i colori, le espressioni artistiche delle due principali manifestazioni che si tengono annualmente negli Horti Leonini: Forme nel Verde e la Festa del Barbarossa. Il camminamento potrà diventare il vero percorso di avvicinamento ai luoghi ed alla manifestazione, una sorta di implementazione di una esperienza museale open air che affianca e potenzia gli strumenti di promozione culturale e lo spirito di aggregazione connessi a tali eventi. Inoltre, il cancello di accesso superiore agli Horti sarà dotato di un sistema di automazione con chiamata per l’ingresso da parte delle persone con disabilità. La creazione del percorso Forme nel Verde consentirà, grazie alle tecnologie digitali QrCode, di sviluppare un viaggio conoscitivo di facile fruizione. Forme nel Verde è un museo a cielo aperto, un museo che “fiorisce” nei mesi estivi ed autunnali con l’esposizione annuale, ma che vive anche tutti gli altri giorni dell’anno grazie all’importante impronta culturale che rappresenta nel panorama internazionale. Il sito della manifestazione rappresenta infatti una fondamentale pagina conoscitiva di questa arte, ed il percorso lungo le mura permetterà di scoprire, passo passo, la storia e l’anima della rassegna, con la nascita di una sorta di museo digitale. Il percorso multisensoriale Festa del Barbarossa, legato alla tecnologia beacon, consentirà di integrare nei luoghi propri di svolgimento della manifestazione, le mura che circondano il “Campo delle armi”, l’intervento conoscitivo, iniziato anni fa con la realizzazione del Museo Barbarossa a Palazzo Chigi e che potrà vedere il completamento di questa importante opera di raccolta di memorie fotografiche, video e audio con la fruizione di nuovi contenuti; 

- Sinalunga: lavori di riqualificazione e valorizzazione di porzione della cinta muraria di Rigomagno e di alcune aree limitrofe. Finanziamento regionale di 188.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 248.500 euro;

- Sovicille: riqualificazione del borgo murato di Torri. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 359.266 euro.

 

In provincia di Arezzo:
- Arezzo: restauro del baluardo del Poggio del sole , che fa parte delle mura Medicee. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 528.000 euro;

- Castel San Niccolò: creazione di un percorso attrezzato di accesso alla Torre dell’orologio ed al borgo di Castel San Niccolò. Finanziamento regionale di 80.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 100.900 euro;

- Lucignano; riqualificazione e valorizzazione della Fortezza medicea. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 250.000 euro;

- Manciano della Chiana: restauro dei camminamenti sotterranei del Castello di Marciano. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 252.000 euro;

- Monterchi: valorizzazione delle aree a ridosso della cinta muraria storica. Finanziamento regionale di 124.226 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 155.282 euro;
- San Giovanni Valdarno: recupero delle mura storiche di Castel San Giovanni, nuovi accessi

alla città murata e al Palazzo D’Arnolfo con revisione dell’allestimento del Museo delle Terre Nuove di San Giovanni. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 342.000 euro;

- Sansepolcro: intervento sul tratto del circuito murario compreso tra via S.Puccio e via dei Balestrieri, i cui “spalti” (o spazio a verde pensile) saranno recuperati come giardino pubblico. Finanziamento regionale di 138.427 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 173.000 euro;

- Terranuova Bracciolini: riqualificazione della Torre di sud-ovest in piazza Canevaro e restauro delle mura collegate, con creazione di un museo diffuso nel centro storico di Terranuova Bracciolini. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 415.000 euro.

 

In provincia di Firenze:

- Figline e Incisa Valdarno: recupero delle mura civiche e dell’area verde di via Del Puglia. Finanziamento regionale di 168.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 210.000 euro;
- Lastra a Signa: restauro di tratti della cinta muraria cittadina (via del Prato) e degli spazi esterni. Finanziamento regionale di 138.400 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 276.400 euro;

- Pontassieve: manutenzione straordinaria ed interventi di messa in sicurezza della Torre dell’Orologio in via Tanzini a Pontassieve. Finanziamento regionale di 80.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 100.000 euro;
- Scarperia e San Piero: restauro e manutenzione del Palazzo dei Vicari a Scarperia. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 280.000 euro.

 

In provincia di Grosseto:

- Grosseto: riqualificazione del Bastione Maiano nelle mura medicee di Grosseto. Finanziamento regionale di 196.270 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 249.338 euro;

- Roccastrada: riqualificazione della Torre nel centro storico di Rocca Federighi. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 250.000 euro.

 

In provincia di Livorno:

- Marciana: valorizzazione e miglioramento della fruibilità della Fortezza Pisana di Marciana. Finanziamento regionale di 192.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 240.000 euro;

- Portoferraio: restauro e valorizzazione della batteria, dei camminamenti e degli accessi alle fortificazioni della piazzaforte di Portoferraio situati tra la muraglia del Forte Stella e la residenza napoleonica. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 350.000 euro.

In provincia di Lucca:

- Castelnuovo di Garfagnana: restauro della Rocca Ariostesca e creazione di un polo museale su Lodovico Ariosto e la Garfagnana del ‘500. Finanziamento regionale di 87.921 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 720.000 euro.
- Castiglione di Garfagnana: restauro e riqualificazione del percorso della cortina muraria di Porta Sardegna, con il ripristino dell’accessibilità ai bastioni ‘Torricella’ e ‘Sotto la Rocca’. Finanziamento regionale di 93.625 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 127.000 euro;

-Gallicano: restauro e riqualificazione della pavimentazione interna all’anello fortificato di Perpoli (via San Michele, via Sant’Antonio, via Del Molino). Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 265.000 euro;

- Lucca: restauro della Rocca di Nozzano Castello – di proprietà comunale – con le sue due torri; valorizzazione e messa in sicurezza dei percorsi di visita. Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 270.000 euro.

 

In provincia di Massa Carrara:

- Bagnone: interventi di valorizzazione e recupero del sistema delle Mura di Bagnone, che

comprende le mura del castello (in sponda sinistra del torrente Bagnone) e le mura del borgo (in sponda destra del torrente Bagnone). Finanziamento regionale di 119.951 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 149.938 euro;

- Pontremoli: valorizzazione e miglioramento dell’accessibilità delle mura storiche della “Cortina di Cacciaguerra e Palazzo Comunale”, con potenziamento e recupero dei percorsi interni ed esterni. Finanziamento regionale di 144.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 180.000 euro.

 

In provincia di Pisa:

- Castelfranco di Sotto: restauro e messa in sicurezza della torre campanaria, con miglioramento

statico e sismico, adeguamento degli impianti e potenziamento dell’accessibilità in modo da consentire la fruizione anche ai diversamente abili. Finanziamento regionale di 192.212 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 249.849 euro;

- Volterra: recupero della viabilità pubblica vicinale/comunale connessa al tracciato della cinta muraria etrusca e medioevale di Volterra, già interessata da precedenti itinerari di fruizione che oggi in parte non risultano più percorribili. Finanziamento regionale di 98.602 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 123.252 euro.

 

In provincia di Pistoia:
- Pistoia: valorizzazione delle mura storiche di viale Matteotti (area ex Tiro a segno). Finanziamento regionale di 200.000 euro a fronte di un intervento dal valore complessivo di 331.500 euro.

 

Galleria Fotografica

Web tv