SIENA NOTIZIE NEWS

CERIMONIA A MONTERONI IN RICORDO DELLE VITTIME DEL TERRORISMO

News inserita il 18-01-2017

Il Comune di Monteroni d'Arbia, con l'Arma dei Carabinieri, torna a ricordare la morte degli agenti Euro Tersilli e Giuseppe Savastano, uccisi trentacinque anni fa da terroristi di Prima Linea lungo la strada Cassia alle porte dell'abitato di Monteroni.
Le celebrazioni si svolgeranno il 20 gennaio e sono organizzate dal Comune di Monteroni d'Arbia e dall'Arma dei Carabinieri, alla presenza delle autorità e dei familiari dei due carabinieri uccisi. Il programma prevede alle 11 la funzione religiosa nella chiesa dei Santi Giusto e Donato di Monteroni d'Arbia ed alle 12 la deposizione delle corone ed il saluto delle autorità presso il memoriale ed i cippi in memoria delle vittime in via Cassia Sud.
“Nei giorni scorsi ho parlato di quegli eventi e della tensione di quegli anni nelle scuole medie di Monteroni - racconta Gabriele Berni sindaco di Monteroni d'Arbia - Ho potuto vedere i loro occhi increduli sentendo raccontare di un attenteto del genere proprio nel cuore della loro comunità. Oggi, che sono passati trentacinque anni dal giorno, il nostro mondo è ancora minacciato dagli stessi sentimenti di odio, da un nemico più grande che vuole ridurre la nostra libertà. Per questo ogni anno vogliamo ricordare quel momento, quel tragico evento, che deve servirci come monito per non dimenticare quanto assurdo e doloroso possa essere il terrore e ribadire un no netto alla violenza”.

I fatti del 1982
Il 21 gennaio1982, intorno alle ore 10.00, a seguito di una rapina a mano armata ad una filiale del Monte dei Paschi a Siena veniva disposta l’attuazione del Piano Provinciale dei posti di blocco. Alle 11.30 circa, sulla strada statale Cassia, del Comune di Monteroni d'Arbia, il Maresciallo Capo Augusto Barna, comandante della Stazione Cc di Murlo (Si) e i Carabinieri Aus. Euro Tersilli Giuseppe Savastano della Stazione CC di Monteroni d'Arbia (SI), in servizio perlustrativo fermavano l'autocorriera di linea Siena - Montalcino per procedere ai controllo dei passeggeri.
Nel corso di tale operazione il Maresciallo, insospettito dall'atteggiamento e dalle risposte date da un ragazzo e da una ragazza, li invitava a seguirlo per accertamenti. Mentre il Sottufficiale accompagnava i due verso l'automezzo di servizio un altro giovane li seguiva impugnando una pistola che teneva nascosta dietro la schiena.
Appena sceso dall'autocorriera, quest'ultimo giovane esplodeva nei confronti dei due militari e del sottufficiale numerosi colpi d'arma da fuoco. I due Carabinieri non avevano la possibilità di reagire perché feriti mortalmente, mentre il sottufficiale, sebbene ferito, in più parti del corpo, rispondeva al fuoco in direzione dei malviventi colpendone mortalmente uno e ferendone un altro. Nel corso delle battute organizzate a seguito dell'evento delittuoso e delle relative indagini venivano tratti in arresto 6 componenti del Commando, tutti appartenenti a Prima Linea e successivamente condannati.
I Carabinieri Ausiliari SAVASTANO e TARSILLI sono stati insigniti di "CROCE AL VALOR MILITARE" (alla memoria) ed il Maresciallo BARNA di "MEDAGLIA ARGENTO VALOR MILITARE”.

 

Galleria Fotografica

Web tv