SIENA NOTIZIE NEWS

APPROVATA DAL CONSIGLIO COMUNALE DI SIENA LA MODIFICA DELLO STATUTO ASP

News inserita il 30-06-2020

Approvata dal Consiglio Comunale la modifica dello statuto dell’Asp Città di Siena (Azienda Pubblica Servizi alla Persona), che riguarda principalmente le modalità di selezione del direttore.

<<Con questo provvedimento il Comune intende fare chiarezza circa il ruolo dell’Asp sia con riferimento alla natura di Ente strumentale dell’Amministrazione sia con riferimento alla governance della stessa>>, ha esordito l’assessore alla Sanità e Servizi Sociali, Francesca Appolloni, illustrando all’aula l’atto che <<riguarda in particolare le modalità di nomina, il ruolo e le funzioni del direttore della struttura, così come esattamente disegnati nel testo dell’art. 12 dello Statuto Sociale>>, ha aggiunto. La volontà del Comune è <<affermare e precisare che gli organi dell’Azienda sono costituiti dal presidente e dal Cda mentre il direttore riveste il carattere di figura strumentale nell’ambito dell’organizzazione dell’Asp, la cui nomina è prevalentemente fiduciaria di spettanza degli organi medesimi e in particolare del presidente>>. In quest’ottica l’articolo 12 propone infatti <<di legare la nomina del direttore al mandato del presidente e del Cda al fine di affermare una precisa governance di sistema nell’ambito delle direttive che vengono impartite dall’amministrazione comunale>>, ha precisato Appolloni.

<<La figura del direttore assume quindi un ruolo del tutto strumentale e non direzionale nell’ambito delle scelte e dei programmi deliberati dal Cda, cui spetta, altresì, la competenza ad approvare l’organico e la struttura organizzativa dell’Ente, secondo gli indirizzi dell’amministrazione comunale e del presidente>>, ha proseguito l’assessore chiarendo ulteriormente che si tratta di <<una norma di sistema che intende riaffermare la governance direzionale degli organi di propria nomina e la temporaneità dell’incarico del direttore della struttura che non costituisce né un organo direzionale né tantomeno una figura istituzionalizzata a carattere permanente>>.

Attraverso l’approvazione del nuovo articolato dell’art. 12 si ribadisce la natura di Ente strumentale comunale dell’Asp <<il cui statuto appartiene al novero dei poteri normativi di questo consiglio comunale al pari di tutti gli altri enti strumentali e la cui ricezione è demandata al Cda>>. In conclusione Appolloni ha ricordato che <<non si tratta di sostituire questa iniziativa a quella di spettanza dell’Azienda stessa, ma di intervenire nel ruolo fondamentale che compete al Comune per la definizione di un quadro organico e definito dell’assetto strutturale dell’Asp, al fine di rimuovere prassi eventualmente non conformi e offrire altresì all’azione del presidente e del Cda un chiaro indirizzo di governance per l’attualità e per il futuro>>.

Nello specifico il testo approvato rivede l’articolo 12, prevedendo, tra l'altro, che la nomina del direttore può riguardare personale dipendente con qualifica di funzionario, laurea magistrale ed anzianità di servizio di almeno 3 anni in posizione apicale dei servizi: amministrativo, tecnico, sociale, finanziario. Oppure può interessare un professionista esterno, mediante concorso pubblico a tempo determinato, munito di laurea magistrale, almeno un master post laurea ed esperienze professionali qualificate o pubblicazioni in materia di  gestione di aziende socio sanitarie; può, infine, partecipare chi è iscritto in albi professionali o munito di laurea in Ingegneria Gestionale con almeno 3 anni di esperienza nella direzione di aziende pubbliche o private.

Secondo il nuovo statuto, inoltre, il direttore è il responsabile operativo dell'azienda e risponde direttamente al Consiglio di amministrazione per quanto riguarda il suo operato e il raggiungimento degli obiettivi fissati annualmente dal Cda.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv