SIENA NOTIZIE NEWS

ANNA RITA VIGILANZA, CON IL LIBRO "BASTA UN COLPO DI CODA", LASCIA IL SEGNO

News inserita il 31-07-2019

Avevo letto un altro romanzo di Anna Rita Vigilanza edito da Cantagalli, ma quest'ultimo “Basta un colpo di coda” uscito per i tipi del Gruppo Albatros di Roma ha lasciato davvero il segno.

Conosco Anna Rita perchè è la mia farmacista a San Miniato e qualche volta ho discusso con lei di medicine e di ricette. Ora scopro una scrittrice vera, prestata alla farmacopea.

Altri scrittori, è quasi un classico, hanno trovato l'ispirazione nel ritrovamento di un diario o nelle lettere strette da un nastro, dimenticate in un cassetto... e quando ho capito che tutto girava intorno a mille pagine di un diario arrivato per caso fra le mani di una redattrice di una casa editrice ho pensato “Già visto”. E invece dovevo leggere per capire come si snoda il romanzo e soprattutto per rendermi conto di come, la Vigilanza, sia riuscita ad incastonare le pagine di un diario, stampate non a caso in corsivo, nella storia e nella vita delle due protagoniste. Due grandi amiche, Sarah e Maggie, la cui amicizia sarà rafforzata da un cane, un trovatello, che le unirà ancora di più con la sua simpatia e con la sua buona indole.

Maggie è la redattrice, Sarah, che ha perso il suo lavoro, diventa l'aiuto dell'amica. Sarà lei a leggere le mille pagine arrivate misteriosamente ed in forma anonima alla casa editrice. Conosceremo la vita, le gioie, le traversie di una famiglia dal 1958 ai giorni nostri. Il tutto mentre le due amiche scoprono che la vita può riservare loro tante sorprese.

Il diario si chiude e diventerà, grazie a Maggie e Sarah un best seller. Anche l'esistenza delle amiche prenderà strade definite.

In Francia, lo dico dopo aver letto tutti i romanzi di Nicolas Barreau, tutti successi strepitosi, questo romanzo scritto con bravura e leggerezza, ma con intelligenza da Anna Rita Vigilanza sarebbe già in qualche classifica libresca. Ma da noi se non scrivi libri gialli, neri, mafia, camorra, politica rischi di restare ai margini della buona letteratura. Ma io mi sono ritagliato, per fortuna, qualche ora di serenità leggendo il romanzo della mia farmacista che da domani chiamerò scrittrice....

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv