SIENA NOTIZIE NEWS

50 ESPERTI DI EDUCAZIONE A COLLE CON FONDAZIONE INTERCULTURA

News inserita il 24-10-2019

Domenica 27 ottobre arriveranno a Colle Val d'Elsa da tutto il mondo una cinquantina di esperti in educazione per partecipare al convegno "Value Education in Students' Exchange" - un momento di riflessione su temi internazionali che la Fondazione Intercultura organizza tutti gli anni in autunno. Tra gli altri parteciperanno al convegno docenti dalle università di Amsterdam, di Bari, di Bergen, di Bologna, di Brema, di Budapest, di Durham, di Hangzhou in Cina, di Harvard, di Milano, di Newcastle in Australia, di Roma, del Surrey, di Udine - oltre a rappresentanti di altre Istituzioni educative, quali il Ministero dell'Istruzione, e di enti internazionali. L'argomento riguarda la possibilità di influire anche sui valori degli studenti che partecipano a programmi di studio all’estero, oltre che sui temi relativi a "knowledge, skills and attitudes" (conoscenze, capacità e attitudini). Il convegno prevede la collaborazione di undici relatori che lavoreranno assieme a dieci gruppi di discussione. Il convegno, che si aprirà domenica sera presso la sede della Fondazione Intercultura con una relazione del prof. Ulrich Kuehnen dell'Università di Brema, è una delle attività annuali della Fondazione Intercultura, che da 12 anni promuove ricerche e sperimentazione nel settore dell'educazione internazionale in collaborazione con le maggiori istituzioni educative di tutto il mondo. L'evento non è aperto al pubblico.
La Fondazione Intercultura ha sede nel Conservatorio di San Pietro, storico edificio del XVII secolo che ha provveduto a restaurare dopo lo spostamento delle scuole secondarie di Colle nel nuovo complesso scolastico in Viale dei Mille.
La Fondazione Intercultura (www.fondazioneintercultura.org), presieduta dal Segretario Generale Roberto Ruffino, svolge ricerche in collaborazione con i maggiori Atenei italiani ed esteri, tiene convegni e produce pubblicazioni nel settore dell’educazione interculturale. Opera inoltre per favorire l’internazionalizzazione della scuola italiana fornendo esempi di buone pratiche e sessioni di formazione sulla gestione degli scambi (è Ente accreditato per la Formazione del personale della scuola presso il Ministero dell’Istruzione). Offre inoltre borse di studio per favorire la mobilità studentesca internazionale di giovani meritevoli provenienti da famiglie non abbienti: in dodici anni di attività ha raccolto quasi 30 milioni di euro che hanno permesso a centinaia di giovani di partecipare ad esperienze di studio all’estero. I Ministeri dell’Istruzione e degli Affari Esteri aderiscono alla Fondazione e ne sostengono le attività. L'attività di punta di questo mese è stata l'offerta formativa rivolta ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado, con corsi svolti in 12 sedi in tutta Italia sul tema della valutazione degli scambi scolastici internazionali.

 

Galleria Fotografica

Web tv