SIENA NOTIZIE NEWS

SOFFERTE VITTORIE PER VIRTUS E COSTONE

News inserita il 12-02-2018

Importanti successi per le due compagini senesi.

Soffrono ma vincono Virtus e Costone nei rispettivi impegni casalinghi.

La Sovrana Pulizie nella sfida casalinga domenicale batte Altopascio, del coach ex Virtus Maurizio Romani, per 76-68.
Partono fortissimo i rossoblù, che dalla palla a due piazzano un parziale di 10-0 che dà subito la doppia cifra di vantaggio lasciando gli avversari a secco. La difesa continua a concedere poco o nulla agli ospiti, mentre nella metà campo offensiva il quintetto virtussino macina canestri, guidato da Imbrò, già 11 punti a fine primo quarto con 3/3 da 3 punti, e Simeoli, che fa la voce grossa sotto canestro, chiudendo la prima frazione sul 28-8. Dopo un inizio shock, nel secondo quarto Altopascio stringe le maglie in difesa, dando non pochi problemi all'attacco virtussino che si blocca, non riuscendo più a trovare il canestro con continuità. Gli ospiti ne approfittano e con due triple consecutive di Siena ed il gioco sotto canestro di Meucci e Cappa tornano a farsi sotto, riducendo lo svantaggio fino al -10 con il quale le squadre vanno a riposo. Nel terzo quarto Altopascio prova a completare la rimonta, arrivando a -3 sul 42-39 a metà quarto. Il fiato sul collo degli ospiti comincia a farsi sentire e la Virtus inizia a macinare gioco offensivo, dopo aver segnato 2 punti nei primi 5 minuti del terzo quarto, e grazie ancora al tiro da 3 di Imbrò ed a 4 punti consecutivi di Pucci riesce a tornare sul +11 (59-48). Nell'ultimo quarto coach Romani schiera una difesa a zona che mette in difficoltà i rossoblù, che dopo aver toccato il +15 a 5 minuti dalla fine (67-52) subiscono la rimonta degli ospiti, che tornano sul -5 con pochissimo tempo rimasto sul cronometro. Nepi ruba un pallone e segna in contropiede il +7, ma la Virtus spreca alcune occasione per aumentare il vantaggio ed Altopascio torna a -5. Nell'ultimo minuto di gioco gli ospiti sbagliano per 3 volte la tripla del possibile -2, ed a 18 secondi dalla fine capitan Bianchi ruba un pallone sulla rimessa e vola a segnare i due punti che danno il +7 alla Virtus e le consegnano la vittoria.
Con questa vittoria la Sovrana Pulizie resta a contatto con la capolista Firenze, con soli 2 punti di ritardo, riscattandosi dopo la sconfitta della scorsa settimana a Livorno.

La Vismederi Costone prosegue la propria galoppata vincente, cavalcando a pelo un destriero che nella dirittura finale si dimostra più potente di quello montato dalla Boldrini Selleria Fucecchio. Una gara complicata per i gialloverdi (out Ricci e Nepi) che si aggiudicano il ‘prix’ del PalaOrlandi grazie a una raffica di triple messe a segno nell’ultima frazione di gioco, con gli avversari che alla fine rientrano ‘domati’ nella propria scuderia. La buona partenza dei senesi aveva illuso chi sperava in una facile affermazione; dopo il 9-2 del 3’, maturato grazie alle bombe iniziali di Manetti, Tognazzi e Benincasa, il match si è incanalato su binari assai equilibrati, anche perché i padroni di casa sono apparsi molto disordinati soprattutto in fase offensiva e non perfetti nelle chiusure. Abili gli ospiti a sfruttare le giocate uno contro uno, soprattutto di Dzigal e dell’incontenibile Lazzeri (mvp dell’incontro) che sembrano andare a nozze con l’individuale applicata praticamente per tutto l’arco dell’incontro da coach Binella che ancora una volta ha dimostrato di non amare le difese a zona. A metà gara Fucecchio addirittura opera il sorpasso (39-40 al 22’), ma la Vismederi piazza un 7-1 che rimette a bada momentaneamente i puledri fiorentini, mai domi, tanto che al 27’ è di nuovo parità (48-48). Al 3° giro c’è una sola incollatura di vantaggio per i colori della scuderia gialloverde, ma ecco che gli esterni senesi iniziano a ‘nerbare’ il canestro avversario dai 6,75 con una sequenza straordinaria, grazie ai vari Bonelli, Benincasa, Bruttini e Manetti, tanto che il risultato si fissa sul 78-69 a 1’ e 50” dal termine. Ma non è finita qui: con un’impennata di carattere, i biancoverdi, orfani di Tessitori, in panchina per onor di firma, ma forse più dinamici in virtù di questa pesante assenza, riescono a rimanere a cavallo praticamente fino a una manciata di secondi dalla sirena conclusiva, grazie a triple disperate che arroventano un finale incandescente, con Strozzalupi che sigla l’80-79 a 12” dal traguardo. Con Bruttini e Tognazzi in panca per 5 falli, la Vismederi tenta disperatamente di evitare i supplementari; il fallo sistematico dei ragazzi di Aprea mette in ansia i senesi, ma l’espulsione di Berni a 1” dal termine, che protesta pesantemente contro una decisione arbitrale mette la parola fine a una competizione avvincente, regolata dalla lunetta da capitan Bonelli, cavaliere senza tempo.

Prossimi  impegni: domenica 18/2 ore 18: Agliana – Virtus e Prato – Costone.

 

Galleria Fotografica

Web tv