SIENA NOTIZIE NEWS

AGRIPOST: NEL CHIANTI LA "SCUOLA DEI CONTADINI"

News inserita il 20-03-2017

Chianti, al via per il terzo anno la scuola dei contadini di domani.

E' stata presentata in Toscana la “Scuola dei Contadini”, l'edizione 2017 del progetto messo in rete dai Comuni del Chianti impegnati a riattivare un nuovo corso biennale grazie ai finanziamenti ministeriali ottenuti dal progetto regionale Giovani Sì, per un investimento complessivo pari a 114mila euro circa. La scuola è attivata da Chiantiform in collaborazione con le le agenzie formative specializzate e offre per il terzo anno consecutivo un percorso biennale, rivolto ai giovani di tutta Italia, nella fascia di età 16-18, che hanno abbandonato il percorso scolastico. Tra gli obiettivi infatti quello di arginare l'abbandono scolastico ed evitare situazioni di disagio a quei giovani, ancora adolescenti, che non studiano e non lavorano. Il progetto propone di avviare una professione in campo agricolo mettendo a disposizione insegnanti, agronomi e tutor con l'obiettivo di tenere unita la classe e motivare gli alunni a frequentarla. La scuola accoglierà un numero massimo di 15 allievi, prevede complessivamente 2100 ore in due anni tra lezioni teoriche e laboratori, uno stage di 800 ore in azienda e al termine sarà rilasciato un diploma professionale di operaio agricolo specializzato, giuridicamente riconosciuto a livello europeo. Le materie di studio comprendono viticoltura, botanica e fisiologia vegetale, agronomia e sostenibilità in agricoltura, economia agraria, tecniche di coltivazione. “La scuola per contadini - ha detto l'assessore regionale a istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco - è  una delle esperienze più positive nel panorama dei nostri interventi per il recupero dell'abbandono scolastico precoce”. Il corso mette inoltre in relazione i ragazzi con le aziende del territorio "Siamo partiti con una ventina di aziende – dice Franco Agnoletti, presidente di Chiantiform - Adesso sono più di 60 le aziende che si sono dette disponibili ad avere i ragazzi per uno stage”.   

 

 

Galleria Fotografica

Web tv