SIENA NOTIZIE NEWS

SIENA-AREZZO: POSITIVA LA DIREZIONE DELL'ARBITRO MANTELLI

News inserita il 27-11-2017

La Robur ha vinto il derby con gli amaranto dell’Arezzo ( 1-0 ) ma non è stato affatto facile, c’è voluto una zampata vincente di gran classe del capitano Marotta al 32’st per “violare” il Franchi dopo ben tre partite da incubo. La sfida è stata corretta, a tratti gagliarda ma mai cattiva, diretta senza troppo penare dall’esperto arbitro Mantelli di Brescia che ha corso molto e bene, in bello stile, controllando il gioco da vicino, usando spesso il richiamo verbale ma estraendo, alla fin della fiera, ben 5 gialli che sono sembrati troppi facendo vedere di essere un po’ pignolo sulle perdite di tempo. Nel corso del 1°t c’è stato poco o nulla da segnalare, pochi i fischi, un bel richiamo verbale abbastanza duro per Luciani per un intervento esagerato a centrocampo, zona non pericolosa dove si può anche “traccheggiare” prima di entrare troppo duramente sulle caviglie. Intorno al 10’ un contatto in area aretina su Marotta ha fatto gridare al rigore alle panchine ed ai tifosi molto infreddoliti: non è stato dello stesso avviso l’atletico arbitro lombardo che ha visto un’esagerata ricerca del contatto da parte del capitano bianconero che è caduto con troppa facilità. L’assistente Dell’Università, molto attento e scattante in altre situazioni, non è stato preciso al 40’ segnalando un fg di Marotta che ha partecipato si al gioco ma non ha toccato il pallone, quindi non punibile ed errore del collaboratore. Nel 2°t., come sempre accade dopo un tempo di studio prolungato, l’atteggiamento in campo è cambiato, si è corso di più, c’è stata una maggiore ricerca del gioco e della porta avversaria, sono aumentati i contatti non corretti e quindi anche il lavoro per l’arbitro che non ha “azzeccato” tutte le decisioni ma sono stati errori di poco conto. E’ scattato il primo cartellino giallo per il bianconero D’Ambrosio all’11’ per un fallo evitabilissimo a centrocampo per fermare l’ariete super-esperto gran barbuto Moscardelli ed al 32’ per Marotta per l’eccessiva, ma giustificatissima, esultanza per la splendida rete segnata, che l’ha portato a ”scalare” la rete nella “Curva Guaspa”. La gara è salita di tono, l’Arezzo a cercare la rimonta ed i bianconeri di mister Mignani ( che ha fatto cambi azzeccati ) a cercare di mantenere la porta inviolata e il fischietto bresciano ha dovuto usare l’esperienza per calmare gli animi più “calienti”. Ammonito al 43’ l’aretino Disanto per un contatto troppo ruvido su un senese, poi arriva il turno di Cruciani per eccessiva perdita di tempo nel riprendere il gioco su un calcio d’angolo e, dulcis in fundo, a tempo praticamente scaduto con il fischietto in bocca all’aitante arbitro lombardo, ancora un giallo per Iapichino sempre per eccessiva perdita di tempo su una ripresa di gioco. Direzione nella norma, niente errori pesanti ma solo sbavature, buona personalità, ottimo atleta, il suo problema è che è al suo quarto anno di CanPro che vuol dire o viene promosso alla Serie maggiore o chiude la sua permanenza nella categoria: chissà se l’Osservatore presente al Franchi (una vecchia conoscenza che ho salutato molto volentieri) l’ha valutato positivamente e pronto per il “salto”!
Claudio Agnelli

 

Galleria Fotografica

Web tv