SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI: STOP A PIATTI E BICCHIERI MONOUSO ALLA MENSA SCOLASTICA

News inserita il 07-09-2017

Basta stoviglie monouso, benvenuti piatti di ceramica e bicchieri di vetro. È una delle novità sul fronte mensa scolastica legate al nuovo capitolato di gara. Al termine della procedura l’incarico è stato affidato a CIR food (unico soggetto che ha partecipato), già gestore del servizio di ristorazione scolastica per conto del Comune. “Una novità che, insieme ad altre, sarà introdotta nel corso dell’anno. CIR food sta già lavorando con l’ufficio tecnico del Comune per coordinarsi - dice l’assessore alle politiche educative Susanna Salvadori – Si apre però una nuova pagina del servizio in quanto tanti saranno gli elementi di novità. Vi saranno miglioramenti strutturali legati al rinnovo di alcuni locali, ma anche laboratori e progetti di educazione alimentare nonché l’introduzione di modalità diverse per non sprecare le pietanze non consumate. Un pacchetto di novità con cui andiamo a recepire alcune proposte raccolte in questi anni e a rispondere ad alcune esigenze emerse”.

Sarà CIR food a fornire piatti in ceramica, bicchieri di vetro e postate in acciaio a seconda del fabbisogno delle scuole. In ogni refettorio sarà inoltre installato un sistema di filtraggio acqua e la dotazione sarà completata con prodotti di carta e caraffe. Per eliminare gradualmente l’utilizzo di piatti monouso saranno predisposte zone lavaggio alla scuola primaria Marmocchi e alla Vittorio Veneto dove sarà anche insonorizzato il refettorio con pannelli acustici che renderanno anche i locali più belli. Stesso lavoro, zona lavaggio e insonorizzazione, anche alla scuola primaria Pieraccini sia nella zona più nuova che in quella più vecchia dove i locali saranno attrezzati anche con lavastoviglie. Zona lavaggio anche alle Calamandrei e alla Bernabei di Staggia. Gli interventi (che presuppongono eventuali demolizioni e quindi pareti di cartongesso, piastrellatura, tinteggiatura, impianto idrico ed elettrico) saranno a cura di CIR food e saranno realizzati con progettazione concordata con l’amministrazione. La tempistica sarà individuata nel rispetto delle attività di ristorazione scolastica e delle attività didattiche. Complessivamente si tratta di migliorie per 264mila euro.

“Piccole e grandi attenzioni che nel complesso contribuiranno a migliorare il servizio – dice Salvadori – Parallelamente c’è tutto il lavoro sulla certificazione dei nuovi menù, per come definiti dal Comitato Mensa. C’è anche la disponibilità da parte di CIR food a sviluppare un progetto di educazione alimentare che passa dalla formazione per genitori e alunni, ma anche da laboratori per le scuole. Un pacchetto di proposte che saranno valutate e selezionate dal comitato mensa e che saranno scelti dalle scuole stesse”. Inoltre, come inserito nel capitolato di gara, la ditta dovrà sistemare il piano superiore della cucina comunale in via Risorgimento dove saranno ottimizzati anche i locali per cucinare con riqualificazione, sostituzione di alcune attrezzature, definizione della zona sporzionamento cibi, nuove pensiline e marciapiedi.

A completare le novità una svolta sul piano delle collaborazioni per recuperare cibi e pietanze non consumate. Questo si tradurrà con singoli accordi sia con associazioni che si occupano di sostenere le famiglie in difficoltà, sia con l’Emporio della Solidarietà, sia con enti che si prendono cura di animali domestici. “Un modo anche questo per migliorare il servizio a 360 gradi – dice l’assessore - veicolando principi di educazione, solidarietà, visione complessiva dei bisogno di una comunità”.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv